Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

26 febbraio 2013

WAR = PROFIT [New Documentary]



War is a racket. It always has been. It is possibly the oldest, easily the most profitable, surely the most vicious. It is the only one in which the profits are reckoned in dollars and the losses in lives.

Politicians have been starting wars in behalf of their masters, the powerful elite families that profit from all aspects of war. History exposes this truth, and it must be exposed today as these practices are still ongoing.

Leggi anche:

17 febbraio 2013

Il Corano, la fine dell'universo e il Big Crunch

In nome di Allah , il Compassionevole, il Misericordioso

"Il Giorno in cui avvolgeremo il cielo come gli scritti sono avvolti in rotoli. Come iniziammo la prima creazione, così la reitereremo; è Nostra promessa: saremo Noi a farlo."
(Surat Al-Anbiyya, 21:104)



La fine dell'universo e il Big Crunch

Come abbiamo detto in precedenza, la creazione dell'universo è iniziato con una forte esplosione, poi ha iniziato ad espandersi. Gli scienziati hanno ipotizzato che quando la massa dell'universo raggiungerà un livello sufficiente, questa espansione si fermerà a causa della gravità, causando poi il collasso dell'Universo in se stesso. 

Si ritiene anche che l'universo appaltante si concluderà con un caldo feroce e con la contrazione conosciuto come il "Big Crunch".

Ciò porterebbe la fine a tutte le forme di vita da noi conosciute. 

Renata Kallosh e Andrei Linde, professori di fisica presso la Stanford University, hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni sul tema: 

15 febbraio 2013

Diffondere la Pace (Sermone del 15.02.2013)




Sermone del venerdì.
Tema: Il musulmano deve prodigarsi sempre per la Pace, deve diffondere il saluto di Pace e deve essere riconosciuto come un uomo di pace esattamente come il nostro Profeta (Pace e benedizioni su di lui), mai come un violento, come una persona pericolosa.

Il Profeta disse: “Non entrerete in Paradiso fino a che non affermerete il credo e non crederete fino a quando non vi amerete l’un l’altro. Non dovrei indirizzarvi ad una cosa la quale , se la faceste , vi aiuterà a sviluppare l’amore tra di voi ? abituatevi alla pratica di rispondere al saluto l’un l’altro dicendo Assalamu aleikum”
(Hadith Muslim)


Leggi anche:

British state spies on Muslims - Musulmani spiati e incarcerati con false accuse



Press TV's documentary program "Infiltration" shows how British Muslims have been kept under surveillance by the British police and MI6 agents.

Leggi anche:


14 febbraio 2013

Le barriere tra le acque menzionate nel Corano

"Egli è Colui Che ha fatto confluire le due acque: una dolce e gradevole, l'altra salata e amara, e ha posto tra loro una zona intermedia, una barriera insormontabile."
[Corano, 25:53]


Guarda il video 



"Ha lasciato liberi mari affinché si incontrassero ,
[ma] fra loro vi è una barriera che non possono oltrepassare.
Quale dunque dei benefici del vostro Signore negherete?"
[Corano, 55:19-21]



Leggi anche:

8 febbraio 2013

Non cadere nella violenza, nell'estremismo e nelle trappole degli ipocriti




Sermone del venerdì. in italiano dal minuto 19:13
Tema: la violenza nei paesi musulmani, l'estremismo contrario alla sunnah del Profeta, la Fitna causata dagli ipocriti.

11. E quando si dice loro: "Non spargete la corruzione sulla terra", dicono: "Anzi, noi siamo dei conciliatori!".
12. Non sono forse questi i corruttori? Ma non se ne avvedono.
13. E quando si dice loro: "Credete come hanno creduto gli altri uomini", rispondono: "Dovremmo credere come hanno creduto gli stolti?". Non sono forse loro gli stolti? Ma non lo sanno.
[Corano, 2:11-13]

Leggi anche:

7 febbraio 2013

I benefici del dormire girati sul lato destro e la sunnah del Profeta


Un ricerca americana svela che dormire sul lato destro con la mano destra sotto la guancia destra aiuta a calmare il corpo umano e dormire più veloce, e aiuta a chi soffre di ansia e stress a non assumere farmaci ad azione ipnotica o narcomania.
Gli studi sono stati condotti da un gruppo di ricercercatori americani guidati dallo scienziato egiziano espatriato Dr. Jamal Al-Din Ibrahim, professore di Tossicologia, in California e direttore del Centro per le Scienze della vita "Life Science Lab" negli Stati Uniti d'America.

Dott. Jamal Al-Din Ibrahim - che è attualmente in visita in Egitto in un comunicato all'agenzia di stampa MENA ha affermato che lo studio rientra nel quadro della direzione dei centri di ricerca e dei nuovi istituti degli Stati Uniti verso la fiducia nella natura e il ricorso alla risoluzione dei problemi delle implicazioni terapeutiche per gli effetti collaterali nocivi, che derivano dall'uso di farmaci chimici.
Ha aggiunto che il suo team di ricerca in questo studio si è basato sui risultati delle ricerche precedenti condotte di recente in Gran Bretagna sui bambini, e ha rilevato che i bambini che dormono sul loro lato destro li aiuta a

6 febbraio 2013

Islamofobia: Chi ha il monopolio delle traduzioni dall'arabo per l'Occidente?

La selettività del Memri
Indagine di Brian Whitaker sull'istituto "indipedente" che traduce articoli della stampa araba.
10 agosto 2004 - Brian Whitaker (trad. S. Fusari)
Fonte: The Guardian - 12 agosto 2002

Da un po' di tempo, ricevo piccoli regali da un generoso istituto statunitense: si tratta di ottime traduzioni di articoli della stampa araba, che l'istituto mi invia per e-mail ogni tre o quattro giorni, assolutamente gratis. Queste e-mail, che arrivano anche a politici, accademici e a molti altri giornalisti, di solito contengono informazioni interessanti.
Quando mi arriva un'e-mail da questo istituto, altri miei colleghi del Guardian ne ricevono una copia e me la inoltrano, talvolta invitandomi a verificare la notizia e a scrivere un articolo. Se poi questo messaggio arriva da un superiore, mi sento in dovere di scriverci sopra qualcosa. Mi è successo proprio la scorsa settimana, quando è arrivato un pezzo - un paio di paragrafi, tradotti dall'istituto - in cui un ex medico dell'esercito iracheno affermava che Saddam Hussein in persona avesse ordinato di amputare le orecchie ai disertori.

L'organizzazione che traduce questi testi e li invia per e-mail è il Middle East Media Research Institute (MEMRI), che ha sede a Wahington, ma recentemente ha aperto filiali a Londra, Berlino e Gerusalemme. Finanziata dai contribuenti statunitensi in quanto organismo "indipendente, senza affiliazioni politiche e non profit", gode dei benefici fiscali concessi alle organizzazioni di pubblica utilità secondo la legge statunitense. Lo scopo del Memri, come spiega il suo sito Web, consiste nel colmare il gap linguistico tra l'Occidente - dove ben pochi parlano l'arabo - e il Medioriente, offrendo "rapide traduzioni delle notizie pubblicate in arabo, farsi ed ebraico".
Malgrado questi edificanti proclami, mi accorgo di diverse cose che non vanno quando mi si chiede di

4 febbraio 2013

"No al burqa" in Ticino? - Il Caffé del 20.01.2013

Sorpresa tra le comunità musulmane per l'intolleranza

Liberi di "mascherarci"


Il Caffé, del 20.01.2013

Si scrive "divieto di dissimulazione del proprio viso", si legge "no al burqa". Le polemiche intorno all'uso del più integralista dei veli islamici sono ritornate roventi con la recente decisione del Consiglio di Stato che, pur respingendo il testo di un'iniziativa popolare corredata da oltre diecimila firme, di fatto ne ha salvaguardato i principi. Anzi, lo scopo anti burqa, anti abaya, niqab o chador che dir si voglia, potrebbe diventare realtà inserendolo non nella Costituzione cantonale, come chiedevano gli iniziativisti, ma nelle leggi ordinarie. Un segnale raccolto più con fastidio che con timore dalle comunità musulmane, che vedono nell'iniziativa più intolleranza che reale preoccupazione per un velo che in Ticino non è per niente usato. "Provo solo il cruccio nel discutere per l'ennesima volta un tema che non esiste rispetto a ben altri problemi che la società dovrebbe affrontare - dice l'imam di Viganello Sheik Samir Jelassi Radouan -. Continuo, comunque, a confidare che i politici siano persone serie, e convengano che la comunità islamica ticinese è pacifica, ben integrata, e che questa iniziativa anti-velo non ha alcun significato".

2 febbraio 2013

Seguire sempre l'esempio di Muhammad (Sermone del 01.02.2013)




Sermone del venerdì. In italiano dal minuto 30:05
Tema: Seguire in tutto il nostro modello Muhammad (Pace e benedizioni su di lui)

"Quando Allah e il Suo Inviato hanno decretato qualcosa, non è bene che il credente o la credente scelgano a modo loro. Chi disobbedisce ad Allah e al Suo Inviato palesemente si travia."
[Corano, 33:36]

Leggi anche:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]